Il buon profumo delle opere dà concretezza alle parole

Sono proprio belli i momenti serali trasmessi sul Canale YouTube della Comunità Pastorale, perché rallegrano il cuore e danno una forza di speranza in questo momento particolarmente difficile della nostra storia. Bravissimi i nostri giovani e adolescenti, che coordinati da don Giuseppe e dal diacono Angelo stanno facendo un servizio meraviglioso a tutta la Comunità, in modo particolare ai ragazzi e ragazze e alle loro famiglie. Sono le opere buone che manifestano la bellezza del Vangelo rendendolo concreto quotidianamente, secondo l’insegnamento di Gesù.

Infatti, tutto il Vangelo è una realizzazione del progetto del Padre, attraverso l’azione e la testimonianza di Gesù, il quale si presenta come mandato da Dio, proprio perché adempie le profezie antiche. In questa luce possiamo comprendere la speranza cristiana del tempo di Avvento, che invoca Gesù come l’Atteso, il quale viene nel mondo per compiere l’opera di salvezza promessa da Dio. Una salvezza che ci è stata donata attraverso il sacrificio redentore di Cristo, che, Risorto, continua ad essere presente nella Chiesa colmandola di grande gioia.

S. Paolo ci ricorda, nella seconda lettura della S. Messa di questa terza domenica di Avvento, che il trionfo della risurrezione di Cristo è come un profumo che si diffonde e che chiede altre vie di emanazione, così che raggiunga ogni uomo. È l’impegno di noi cristiani: diffondere il buon profumo di Cristo nei luoghi in cui viviamo, perché si senta che Egli è vivo e tutti lo possano conoscere, senza che alcuno abbia timore di Lui.

Ricordo a me e a tutti voi che nel battesimo e nella Cresima siamo stati unti con il crisma (olio a cui è stato aggiunto profumo), permettendoci di conformarci a Cristo, per portare nel mondo il suo buon profumo. Profumare con le opere, i segni, le parole buone un mondo che spesso puzza per il marciume di situazioni ammalorate dal peccato, dall’invidia, dalla gelosia, dall’ingiustizia, dalle cose e dalle parole cattive.

La Parola di Dio ci invita, questa domenica, a diffondere il buon profumo di Cristo, che è profumo di vita e di speranza, del quale il mondo ha bisogno per respingere la cultura della morte e della disperazione. Come ci ricorda Gesù, non sono tanto le parole, quanto la testimonianza della vita a proclamare che Dio non ha abbandonato questa umanità, ma la ama ancora intensamente.

Affidiamo l’impegno di profumare il mondo all’intercessione di Maria preparandoci alla solennità di lei, “Immacolata”, con la Novena, che inizia domenica 29 novembre.

don Sergio

Per consultare o scaricare l’ultimo numero dell’ informatore Oltre l’apparenzacliccare qui.

Opera: Marko Rupnik, Unzione di Betania – 2006 – Mosaico – Casa Incontri Cristiani, Capiago Intimiano.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

<span>%d</span> blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: