Settimana Santa 2022 – Celebrazioni e Confessioni

Le celebrazioni dalla chiesa di Creva e la Veglia Pasquale dalla Prepositurale verranno trasmesse in diretta streaming sul nostro canale YouTube.

In caso di maltempo, le celebrazioni in programma all’oratorio di Luino si terranno in Prepositurale.

SABATO 9/04 – Sabato in Traditione Symboli

Durante la S. Messa delle ore 9 al Santuario del Carmine (Luino) verrà consegnato il Credo.

DOMENICA 10/04 – Domenica delle Palme

Tutte le SS. Messe seguono l’orario festivo. In ogni parrocchia si svolgerà la processione con gli ulivi con partenze alle 9.15 dall’oratorio di Colmegna, alle 9.45 da San Giuseppe all’oratorio di Luino, alle 9.45 dalla Grotta di Lourdes a Creva e alle 11.00 da San Biagio a Voldomino e dall’oratorio delle Motte.

MERCOLEDì 13/04

  • Alle ore 17.45, all’oratorio di Luino, Via Crucis per tutta la Comunità Pastorale.
  • Alle ore 20.45, in Prepositurale (Luino), celebrazione penitenziale e confessioni comunitarie. Sono particolarmente invitati i gruppi Adolescenti, 18/19enni e Giovani.

GIOVEDì 14/04 – Giovedì Santo

  • Alle ore 8.30, a Creva, ufficio delle letture e lodi.
  • Alle ore 17.00, in Prepositurale (Luino), accoglienza degli oli santi, lavanda dei piedi e ricordo della cena di Gesù per i bambini dell’Iniziazione Cristiana.
  • Alle ore 18.30 SS. Messe in Coena Domini a Colmegna, Creva, Motte e Voldomino.
  • Alle ore 20.45 in Prepositurale (Luino), concelebrazione della Coena Domini. Seguirà una veglia di preghiera con Adorazione notturna.

VENERDì 15/04 – Venerdì Santo

  • Alle ore 8.30, in Prepositurale (Luino), ufficio delle letture e lodi.
  • Alle ore 15 Celebrazione della Passione del Signore in Prepositurale (Luino), a Colmegna, alle Motte e a Creva.
  • Alle ore 20.45 Celebrazione della Passione del Signore a Voldomino con la presenza di tutti i sacerdoti.

SABATO 16/04 – Sabato Santo

  • Alle ore 8.30, a Voldomino, ufficio delle letture e lodi.
  • Alle ore 21.30 Solenne Veglia Pasquale per tutti in Prepositurale (Luino), celebrata da Monsignor Giuseppe Vegezzi.

DOMENICA 17/04 – Pasqua di Resurrezione

Tutte le SS. Messe seguono l’orario festivo (con una celebrazione a Biviglione, Voldomino, alle ore 8.00 e una a Pianazzo, Motte, alle ore 9.00). La celebrazione delle ore 10 sarà all’oratorio di Luino e non in Prepositurale.

LUNEDì 18/04 – Lunedì dell’Angelo

SS. Messe alle ore 10.00 a Creva e a Luino, alle ore 11.15 alle Motte e a Voldomino e alle 16.30 al Santuario del Carmine (Luino).

CONFESSIONI

Domenica 10/04

Dalle 15.00 alle 18.00 in Prepositurale (Luino).

Lunedì 11/04

Dalle 17.00 alle 18.00 a Creva e dalle 17.30 alle 18.30 a Voldomino.

Mercoledì 13/04

Dalle 9.30 alle 12.00 e dalle 15.00 alle 18.00 a San Giuseppe (Luino).

Venerdì 15/04

Dalle 9.30 alle 12.00 al Santuario del Carmine (Luino) e al Sacro Cuore (Voldomino). Dalle 16.00 alle 18.00 in Prepositurale (Luino).

Sabato 16/04

  • Dalle 9.00 alle 12.00 in Prepositurale (Luino) e a Creva.
  • Dalle 14.30 alle 18.00 in Prepositurale (Luino).
  • Dalle 14.30 alle 17.30 alle Motte e a Voldomino.

Lo riconobbero

Il cammino verso la Pasqua continua e i prossimi giorni ci porteranno alla Domenica delle Palme, inizio della Settimana Santa, che nella liturgia ambrosiana è chiamata “autentica”.

Il Vangelo di questa quinta domenica di Quaresima, con la descrizione della risurrezione di Lazzaro compiuta da Gesù è un preludio al mistero della Pasqua. Ciò che avvenne a Betania rivela da una parte l’umanità di Gesù e dall’altra la sua divinità. L’umanità espressa dal turbamento e dal pianto di Gesù di fronte al dolore di Marta e Maria e di fronte alla tomba dell’amico Lazzaro. Tale umanità fa sentire Gesù molto vicino a noi quando sperimentiamo il dramma della morte e specialmente di quella di qualcuno che ci è caro, ma anche di chi viene privato della vita a causa di violenza o di guerra.

Le sorelle di Lazzaro rimproverano a Gesù il ritardo nell’intervenire, ma sanno che Egli ugualmente può fare qualcosa perché, dice Marta: “Ma anche ora so che qualunque cosa chiederai a Dio, Dio te la concederà”. In questa affermazione c’è il riconoscimento di una relazione profonda di Gesù con Dio, che poi sfocerà nella professione di fede di Marta: “Sì, o Signore, io so che tu sei il Cristo, il Figlio di Dio, colui che viene nel mondo”.

L’atto di fede precede il miracolo della risurrezione di Lazzaro e non può essere che così, infatti la fede dice affidamento, aggrapparsi, salto nel buio, nella certezza che Dio non abbandona. È il salto che hanno compiuto anche i discepoli di Emmaus, dopo averlo ascoltato lungo la via mentre spiegava le Scritture e dopo averlo visto spezzare il pane. Era lo stesso che li aveva accompagnati per quel tratto di cammino e che loro non avevano subito riconosciuto. Dovevano imparare a credere nella sua Parola e a quel gesto che li riportava al giovedì dell’Ultima Cena, dove Gesù aveva deciso di dare tutto se stesso, perché tutti avessero la vita in abbondanza.

L’incontro con Gesù ci aiuti a respirare l’aria spirituale del Vangelo, che ci fa uscire dalla tomba del male e ci apre alla vita, cosa che è già iniziata con il nostro battesimo.

don Sergio

Per consultare o scaricare l’ultimo numero dell’informatore Oltre l’apparenzacliccare qui.

Opera: Risurrezione di Lazzaro (Armadio degli Argenti) – Beato Angelico – 1451/1453 – Tempera su tavola – Museo nazionale di San Marco, Firenze

Resta con noi

Il richiamo di Gesù, “Stolti e lenti di cuore”, accompagnato dalla spiegazione delle Scritture e dei profeti, che parlavano di lui, deve avere affascinato i discepoli di Emmaus, tanto da invitarlo a restare con loro mentre stavano giungendo a Emmaus sul far della sera, sapendo che la sera è evocativa non solo del buio esteriore, ma anche del cuore e dell’anima. Questo ci suggerisce che Gesù lascia il segno dove passa e chi coglie la ricchezza della sua presenza non vuole più fare a meno di Lui, perché ne cambia la vita.

La liturgia di questa quarta domenica di Quaresima ci presenta ogni anno il miracolo della guarigione di un uomo, cieco dalla nascita, che riacquista la vista, proprio per opera di Gesù, suscitando gioia in lui, ma anche diffidenza in chi non vuole credere, nemmeno di fronte all’evidenza di ciò che è accaduto. Quell’uomo, invece, ha sperimentato lo stupore per il dono straordinario ricevuto e il cammino di fede, suscitato in lui dovendo rispondere a chi non voleva accettare la potenza di Gesù, che era segno della sua provenienza divina.

I passi della fede del miracolato lo portano a riconoscere Gesù, che assumendo l’umanità vuole fare sentire Dio sempre più vicino all’uomo; che profetizza un mondo nuovo, dove il male non ha più potere sull’uomo; che opera per volere di Dio; che è il Figlio di Dio. La luce degli occhi diventa, così, segno di una luce più profonda, che è quella dell’anima, aperta all’amore di Dio, il quale è così potente da sapere trasformare l’impossibile in possibile; il buio nella luce.

È questione di fede e di preghiera, come quella di Mosè, che nel deserto ha fatto scaturire l’acqua dalla roccia, perché glielo aveva detto il Signore; ma ancora, aiutava gli Ebrei a vincere contro i nemici, ritrovando la pace, solo quando alzava le braccia e pregava Dio.

Che sia l’arma della preghiera a fare smettere la guerra promossa dalla Russia contro l’Ucraina e tutte le altre guerre presenti nel mondo, per ritrovare un mondo di pace e più fraterno. La consacrazione al Cuore Immacolato di Maria, voluta da Papa Francesco, rafforzi la nostra fiducia a Dio, Padre di tutti gli uomini e le donne del mondo.

don Sergio

Per consultare o scaricare l’ultimo numero dell’informatore Oltre l’apparenzacliccare qui.

Opera: Cristo guarisce il cieco nato – 1712/1741 – Olio su tela – National Trust for Places of Historic Interest or Natural Beauty

Appuntamenti 22 marzo-10 aprile 2022

MARTEDì 22/03

Alle ore 20.45 il Decanato di Luino propone il secondo di quattro incontri sul fine vita e sul fine della vita con un dialogo con la giurista Prof.ssa Claudia Mazzuccato, che ci parlerà di “Eutanasia, fine vita, testamento biologico…”. Come Comunità Pastorale possiamo seguire insieme l’incontro trasmesso online sul sito “GBinsieme” presso la sala Tolini a Creva. Altrimenti, sempre attraverso lo stesso sito, lo si può seguire a casa propria.

VENERDì 25/03 – Solennità dell’Annunciazione

Alle ore 21.00 presso il Santuario del Carmine (Luino) sarà celebrata la S. Messa, animata dai giovani, per tutto il Decanato ricordando i martiri missionari del 2021, a cui seguirà l’adorazione eucaristica nell’ambito delle “24 ore per il Signore” che si concluderà alle ore 16.15 di sabato 26 marzo. Durante tutta la notte sarà presente a turno un sacerdote per l’ascolto o per la confessione di chi desidera.

SABATO 26/03

  • Dalle ore 15.00 alle ore 17.50, in Prepositurale (Luino), sarà esposta l’Eucaristia per l’adorazione personale.
  • Alle ore 21.00, presso il Salone S. Domenico Savio dell’Oratorio del Ponte di Laveno Mombello, il Centro aiuto alla Vita del Medio Verbano invita a un incontro-testimonianza con la giornalista e scrittrice Costanza Miriano sul tema “Il mistero della Donna: dare la vita e riceverla”.

DOMENICA 27/03 – IV domenica di Quaresima

  • Dalle ore 15.30 alle ore 16.30, presso l’oratorio di Luino, ci sarà un incontro con i genitori dei bambini/e battezzati negli anni 2019/2020/2021.
  • In preparazione al X Incontro Mondiale delle Famiglie, ci sarà una Festa per tutte le Famiglie della Zona di Varese in Piazza S. Vittore a Varese: alle ore 12.00 risottata passeggiando; alle ore 14.00 Coro “divertimento vocale”; alle ore 16.00 S. Messa presieduta da Mons. Giuseppe Vegezzi.
  • Alle ore 17.00 in Prepositurale (Luino) si terrà la recita dei Vespri con meditazione e benedizione.
  • Ritiro quaresimale proposto dalla commissione socio-politica del Decanato sul tema “Combattere il male con il bene? Perché se vuoi la pace non devi preparare la guerra”, nel Salone Pio XII della casa parrocchiale (Luino): alle ore 9.30 inizio, preghiera, relazione, momento di silenzio, condivisione comunitaria; alle ore 12.00 S. Messa in Prepositurale. Predicatore: don Michele Porcelluzzi, referente operativo dell’avvocatura Arcidiocesi di Milano. Si chiede, per motivi organizzativi, di comunicare la propria presenza entro il 25 marzo all’indirizzo mail: parrocchiapietropaololuino@outlook.it.

MARTEDì 29/03

Alle ore 20.45 il Decanato di Luino propone il terzo dei quattro incontri sul fine vita e sul fine della vita con un dialogo con con un papà, che è stato vicino a suo figlio malato accompagnandolo fino alla morte. Come Comunità Pastorale possiamo seguire insieme l’incontro trasmesso online sul sito “GBinsieme” presso la sala Tolini a Creva. Altrimenti, sempre attraverso lo stesso sito, lo si può seguire a casa propria.

SABATO 2/04

  • Alle ore 6.45 pellegrinaggio mensile, recitando il santo Rosario, dalla Madonnina del Porto Vecchio al Santuario del Carmine dove alle ore 7.00 circa, sarà celebrata la S. Messa.
  • Dalle ore 15.00 alle ore 17.50, in Prepositurale (Luino), sarà esposta l’Eucaristia per l’adorazione personale.

DOMENICA 3/04 – V domenica di Quaresima

Alle ore 17.00 in Prepositurale (Luino) si terrà la recita dei Vespri con meditazione e benedizione.

MARTEDì 5/04

Alle ore 20.45 il Decanato di Luino propone l’ultimo dei quattro incontri sul fine vita e sul fine della vita con un dialogo dei giovani della nostra Comunità Pastorale con don Tullio Proserpio, cappellano dell’Istituto dei tumori di Milano. Come Comunità Pastorale possiamo seguire insieme l’incontro trasmesso online sul sito “GBinsieme” presso la sala Tolini a Creva. Altrimenti, sempre attraverso lo stesso sito, lo si può seguire a casa propria.

VENERDì 8/04

Il Centro Culturale San Carlo Borromeo e la Prepositurale dei Santi Pietro e Paolo di Luino propongono l’incontro dal titolo: “Stabat Mater – sulle tracce dell’Addolorata”. L’evento si terrà alle ore 20.45 presso la Prepositurale di Luino. Si tratta di un progetto musicale, artistico e spirituale realizzato dall’Associazione di promozione sociale e culturale Ammira di Varese e dal Coro Santa Maria del Monte per riflettere e riscoprire la devozione che lega il Varesotto alla Madonna Addolorata. Sarà presente anche il cappellano della comunità cattolica dei fedeli ucraini di rito bizantino (zona di Varese e Meda).

SABATO 9/04 – Sabato in Traditione Symboli

  • Durante la S. Messa delle ore 9 al Santuario del Carmine (Luino) verrà consegnato il Credo.
  • Dalle ore 15.00 alle ore 17.50, in Prepositurale (Luino), sarà esposta l’Eucaristia per l’adorazione personale.

DOMENICA 10/04 – Domenica delle Palme

  • Tutte le SS. Messe seguono l’orario festivo. In ogni parrocchia si svolgerà la processione con gli ulivi con partenze alle 9.15 dall’oratorio di Colmegna, alle 9.45 da San Giuseppe all’oratorio di Luino, alle 9.45 dalla Grotta di Lourdes a Creva e alle 11.00 da San Biagio a Voldomino e dall’oratorio delle Motte.
  • L’ulivo benedetto contenuto nei sacchetti, per norme Covid, si potrà ritirare nelle singole chiese parrocchiali dopo le messe con processione.
  • Dalle ore 15.00 alle ore 18.00 in Prepositurale (Luino) saranno presenti alcuni sacerdoti per le confessioni. Alle ore 17.00 saranno celebrati i Vespri con meditazione e benedizione per tutta la Comunità Pastorale.

Stolti e lenti di cuore

Di fronte alla tristezza nel volto dei discepoli di Emmaus, Gesù li invita a liberare il loro cuore facendoli raccontare il motivo che ha causato tale tristezza. Essi infatti raccontano ciò che era accaduto a Gesù, il loro maestro e amico; come era stato arrestato e ucciso e ciò che avevano detto le donne e gli apostoli che erano andati al sepolcro trovandolo vuoto. Tale narrazione non era altro che il compimento delle Sacre Scritture, avvenuto attraverso il mistero della morte e risurrezione di Gesù, che i due viandanti non avevano ancora riconosciuto.

Da qui, dunque, il richiamo di Gesù: “Stolti e lenti di cuore a credere in tutto ciò che hanno detto i profeti! Non bisognava che il Cristo patisse queste sofferenze per entrare nella sua gloria? E cominciando da Mosè e da tutti i profeti, spiegò loro in tutte le Scritture ciò che si riferiva a lui”.

Già nella sua vita pubblica, Egli aveva più volte affermato di essere stato mandato dal Padre per compiere la missione di salvezza, offerta a tutti gli uomini, chiedendo di ascoltarlo e di rimanere nella sua parola, così da conoscere la verità, che rende liberi, superando il turbamento del cuore, schiavitù che, invece, rende tristi.

In tutto ciò ritroviamo il tema del Vangelo di questa domenica, che rivela l’incredulità e l’ostilità dei Giudei, che inizialmente hanno creduto in Gesù ma che poi lo ostacolano, ritenendosi depositari della verità, per il fatto che appartengono al popolo ebraico e sono discendenti di Abramo. Come se noi dicessimo di essere cristiani solo perché siamo stati battezzati e discendiamo da una famiglia cristiana. La fede di cui parla Gesù è ascolto della sua Parola, facendola diventare vita, superando la schiavitù del peccato, aprendo il cuore ad una libertà che rende lieti e costruttori di un mondo nuovo, quello dei figli di Dio.

L’esempio di san Giuseppe, che abbiamo celebrato nella festa a lui dedicata e quello di Maria, che nella festa dell’Annunciazione il prossimo 25 marzo, ci riproporrà il suo “sì“ a Dio, nell’accogliere il Verbo incarnato, diventa per noi un incoraggiamento ad aderire al progetto di Dio, consapevoli che la nostra figliolanza divina, accolta e vissuta, diventa il motivo vero della nostra gioia. Invito ancora a tenere presenti le proposte della Quaresima e gli appuntamenti per le diverse fasce di età.

don Sergio

Per consultare o scaricare l’ultimo numero dell’informatore Oltre l’apparenzacliccare qui.

Opera: Cristo discute con i farisei – Cattedrale di San Graziano, Tours

Appuntamenti 13-19 marzo 2022

DOMENICA 13/03 – II domenica di Quaresima

Alle ore 17.00 in Prepositurale (Luino) si terrà la recita dei Vespri con meditazione e benedizione.

MARTEDì 15/03

Alle ore 20.45 il Decanato di Luino propone il primo di quattro incontri sul fine vita e sul fine della vita. Il primo sarà un dialogo con il dott. Carlo Grizzetti, medico del servizio di anestesia e rianimazione e di cure palliative dell’Ospedale di Circolo e Fondazione Macchi di Varese. Come Comunità Pastorale possiamo seguire insieme l’incontro trasmesso online sul sito “GBinsieme” presso la chiesa parrocchiale di Creva. Altrimenti, sempre attraverso lo stesso sito, lo si può seguire a casa propria.

VENERDì 18/03

È possibile vivere la celebrazione della Via Crucis nelle diverse chiese della Comunità Pastorale secondo gli orari stabiliti.

SABATO 19/03 – Solennità di San Giuseppe

  • Alle ore 10.00 in Prepositurale (Luino) sarà celebrata una S. Messa per i papà. Siamo tutti invitati a partecipare e a pregare per loro.
  • Dalle ore 15.00 alle ore 17.50, in Prepositurale (Luino), sarà esposta l’Eucaristia per l’adorazione personale.
  • Alle ore 21.00 presso la Chiesa del Monastero delle Romite di Agra si terrà una Veglia Missionaria animata dalle monache stesse e dai monaci benedettini di Dumenza. Interverrà con una testimonianza missionaria p. Piero Masolo (PIME).

Col volto triste

Siamo partiti nel cammino di Quaresima con una spinta formidabile, offerta dai tre giorni di Esercizi Spirituali guidati dalle Suore Francescane Alcantarine di Assisi, che ci hanno aiutato a riconoscere la presenza di Gesù, con il suo sguardo amico e penetrante.

La partecipazione di molti giovani e adulti a questo appuntamento al Santuario del Carmine e di molti altri attraverso il canale YouTube della Comunità Pastorale, ha rivelato il desiderio di iniziare bene il cammino spirituale verso la Pasqua e ora ci auguriamo continui.

L’esperienza dei discepoli di Emmaus, che abbiamo preso come icona di questo tempo per tutte le nostre Parrocchie, ci ha ricordato nella prima settimana che Gesù cammina con noi, ma non sempre ce ne accorgiamo, perché i nostri pensieri sono offuscati da preoccupazioni, paure, fatiche.

In questa seconda settimana guardiamo il volto triste dei due viandanti, delusi per ciò che era accaduto nei giorni della Passione, incapaci di ricordare che Gesù nei tre anni della sua vita pubblica li aveva preparati al mistero della Pasqua e aveva donato la sua amicizia e il suo amore. Lo avevano lì accanto, ma non lo riconoscono, sono tristi e assetati di amicizia e di amore, che sembra essere stata loro tolta, perché i loro pensieri si erano fissati sulla morte di Gesù.

I due devono riconoscere questa nuova presenza, gli occhi di Gesù non si sono spenti, è necessario guardarlo e lasciarsi guardare con gli occhi della fede, come nei giorni degli esercizi ci è stato suggerito dalle sorelle francescane, contemplando il crocifisso di san Damiano, che ha cambiato la vita di san Francesco. Su quella croce gli occhi di Gesù sono aperti, carichi della vita risorta, ma perché prima era stata donata totalmente per amore. Forse anche noi tante volte sentiamo il bisogno di essere raggiunti dallo sguardo di Gesù, che ci penetra nel profondo del cuore, assetato di amore autentico.

La donna samaritana del Vangelo di questa seconda domenica di Quaresima porta dentro di sé una forte insoddisfazione, causata da molteplici amori fallimentari, che Gesù le fa emergere dialogando a poco a poco con lei, portandola a riconoscere la necessità di un cambiamento di vita, alimentato dall’acqua viva della fede in Dio, che solo Lui può offrire.

In queste settimane si respira nel mondo una tristezza enorme, dovuta alla situazione di guerra in Ucraina, che suscita incertezza, sdegno, malessere dovunque. Chiediamo, con l’intercessione di Maria, il dono della pace, che viene da Dio e che è suscitata dallo Spirito Santo, offerto da Gesù sulla Croce.

don Sergio

Per consultare o scaricare l’ultimo numero dell’informatore Oltre l’apparenzacliccare qui.

Opera: Annibale Carracci, La donna samaritana al pozzo – 1593/1594 – olio su tela – Pinacoteca di Brera, Milano

E camminava con loro

Iniziamo con questa domenica il cammino di Quaresima, che ci porterà fra quaranta giorni alla Pasqua, mistero fondamentale della nostra fede. L’icona che avremo di sfondo è quella dei discepoli di Emmaus, incapaci di riconoscere Gesù, che si fa viandante con loro, la sera di Pasqua; delusi e sfiduciati di fronte ad una situazione presente carica di incognite e priva di Colui che li aveva chiamati e con il quale avevano condiviso speranze e un futuro, ora apparentemente oscuro.

La condizione di tristezza e di incertezza in cui si trovano quei due discepoli verrà a poco a poco trasformata in calore e luce dalle parole di Gesù risorto, che li sta accompagnando in un modo nuovo spiegando loro che la via della salvezza deve necessariamente passare attraverso l’abbassamento della croce. Questo può aiutare noi a comprendere che l’incontro con Cristo può accadere anche oggi, in questo momento storico, così confuso sia per la società, con la guerra in Ucraina e in altre parti del mondo; sia per la Chiesa, alla quale è chiesto un rinnovamento superando delusioni e nostalgie di un passato che non esiste più.

Siamo tutti in cammino, perché la storia di ogni uomo è un cammino verso la meta, che la Pasqua del Signore Gesù ci ha indicato come la vita nuova da ricercare e da conquistare e come il Regno di Dio già iniziato, che siamo chiamati a costruire.

Nel tempo quaresimale approfondiremo questo cammino nel silenzio e nella preghiera, con Gesù, il quale si affianca a noi con la delicatezza di un amico che ci istruisce a partire dalla sua testimonianza di vita, come nel Vangelo di questa domenica.

La sua incarnazione lo ha reso Figlio di Dio immerso nella vicenda umana, condivisa in tutto tranne nel peccato, dal quale si è comunque difeso e dissociato lottando contro Satana, come ci riporta l’episodio delle tentazioni nel deserto, tanto vicine alla nostra esperienza umana. Gesù, rispondendo alle provocazioni di Satana, ci insegna il primato della Parola di Dio su ogni altra cosa; la fiducia in Dio rispetto ad ogni presunzione umana; la consapevolezza del nostro essere creature rispetto al potere assoluto di Dio.

Vi invito a tenere presenti gli appuntamenti proposti per questo Tempo forte dell’Anno Liturgico aderendo a ciò che vi sembra utile per il vostro cammino spirituale. In modo particolare, nella prima settimana richiamo gli Esercizi Spirituali, la Via Crucis con l’Arcivescovo e la testimonianza della famiglia Mazzariol.

La situazione grave della guerra in Ucraina ci chiede un’attenzione vera ai bisogni materiali che stanno sorgendo e sarà nostra premura affrontarli seguendo le direttive della Caritas. La forza del cristiano è la preghiera, che in questo caso diventa intercessione necessaria per chiedere il dono della Pace.

don Sergio

Per consultare o scaricare l’ultimo numero dell’informatore Oltre l’apparenzacliccare qui.

Opera: Jan Brueghel il Vecchio, Ampio paesaggio montuoso con la tentazione di Cristo – 1600 – olio su tela

Quaresima 2022 – “In viaggio verso Emmaus”

Il percorso proposto in questa Quaresima ci invita a incamminarci sulle orme dei discepoli di Emmaus perché anche noi, come loro, possiamo annunciare con il cuore ardente che “…davvero il Signore è risorto!”.

Il volantino con tutti gli appuntamenti descritti di seguito è scaricabile cliccando su questo link.

Nelle nostre chiese sarà anche disponibile un libretto a tema per guidarci nella preghiera quotidiana.

APPUNTAMENTI SETTIMANALI

Quaresimali

Con tutto il Decanato celebreremo i quaresimali in quattro date, tutte in programma alle ore 20.45 nella chiesa di Creva: martedì 15, 22, 29 marzo, e 5 aprile.

Vespri

Ogni domenica di Quaresima, alle ore 17.00 in Prepositurale (Luino), si terrà la recita dei Vespri animata di volta in volta da una delle nostre parrocchie (nell’ordine: Motte, Creva, Voldomino, Luino, Colmegna). Domenica 6 marzo i Vespri saranno alle ore 16.00.

Adorazioni

Sarà possibile pregare davanti al Santissimo Sacramento in questi giorni e orari:

  • lunedì, Creva: 17.30-18.00;
  • martedì, Motte: 9.30-10.00;
  • mercoledì, San Giuseppe (Luino): 9.3-12.00; Voldomino: 9.00-9.30;
  • giovedì, Santuario del Carmine (Luino): 9.30-10.00.
Via Crucis e Adorazione della Croce

Ogni venerdì:

  • Santuario del Carmine (Luino) e Motte: ore 9.00;
  • Voldomino (in parrocchia il 18 marzo e il 1 aprile, al Sacro Cuore l’11 marzo e l’8 aprile): ore 15.00;
  • Creva: ore 18.00.

Il 25 marzo, solennità dell’Annunciazione, non si terranno Via Crucis.

Liturgia delle ore

Dal lunedì al venerdì, introdurremo ogni Messa con la preghiera della Liturgia delle Ore. Un libretto per le lodi e uno per i vespri saranno resi disponibili durante la prima settimana di Quaresima.

Lodi

Il venerdì mattina, alle ore 7.00 al Santuario del Carmine (Luino), un momento pensato per e dalla Pastorale Giovanile, ma aperto a tutti.

DATE DA RICORDARE

  • Domenica 6 marzo, I domenica di Quaresima: imposizione delle ceneri durante le messe di orario.
  • Lunedì 7, martedì 8 e mercoledì 9 marzo: dalle 21.00 alle 22.00 al Santuario del Carmine (Luino) esercizi spirituali del gruppo Giovani, ma rivolti e aperti a tutta la Comunità, con le suore alcantarine di Assisi che in quei giorni animeranno anche altri momenti a scuola.
  • Venerdì 11 marzo: via Crucis con l’Arcivescovo per la zona pastorale di Varese.
  • Sabato 12 marzo: alle 18.15 al Teatro Sociale la famiglia Mazzariol porterà la sua testimonianza oltre il libro e il film Mio fratello rincorre i dinosauri.
  • Venerdì 8 aprile: alle ore 21.00 in Prepositurale (Luino): concerto del coro Santa Maria del Monte.

Appuntamenti 2-12 marzo 2022

MERCOLEDì 2/03

  • Papa Francesco invita a vivere una Giornata di preghiera e digiuno per implorare il dono della pace.
  • Alle ore 20.30, presso il Santuario del Carmine (Luino), le donne del gruppo ecumenico invitano a una veglia di preghiera per la Giornata Mondiale delle donne.

VENERDì 4/03

Alle ore 17 nella chiesa di Creva verrà esposta l’Eucaristia per l’adorazione personale del primo venerdì del mese. Seguirà alle ore 18.00 la celebrazione della S. Messa.

SABATO 5/03

  • Alle ore 6.45 ricomincia il pellegrinaggio mensile dalla Madonnina del Porto al Santuario del Carmine (Luino), dove alle ore 7.00 sarà celebrata la S. Messa.
  • Dalle ore 15.00 alle ore 17.50, in Prepositurale (Luino), sarà esposta l’Eucaristia per l’adorazione personale.

DOMENICA 6/03 – I domenica di Quaresima

  • A conclusione di ogni S. Messa ci sarà il rito dell’imposizione delle ceneri.
  • Alle ore 16.00 in Prepositurale (Luino) si terrà la recita dei Vespri.

LUNEDì 7/03

Dalle 21.00 alle 22.00 al Santuario del Carmine (Luino) esercizi spirituali del gruppo Giovani con le suore alcantarine di Assisi, rivolti e aperti a tutta la Comunità.

MARTEDì 8/03

Dalle 21.00 alle 22.00 al Santuario del Carmine (Luino) esercizi spirituali del gruppo Giovani con le suore alcantarine di Assisi, rivolti e aperti a tutta la Comunità.

MERCOLEDì 9/03

Dalle 21.00 alle 22.00 al Santuario del Carmine (Luino) esercizi spirituali del gruppo Giovani con le suore alcantarine di Assisi, rivolti e aperti a tutta la Comunità.

VENERDì 11/03

Alle ore 20.45, presso il campo sportivo dell’oratorio di Cairate, l’Arcivescovo Mario Delpini presiederà la Via Crucis per la Zona di Varese. Il parcheggio per i decanati di Azzate, Besozzo, Luino, Valceresio e Varese sarà in zona cimitero, Via San Martino 12.

SABATO 12/03

  • Dalle ore 15.00 alle ore 17.50, in Prepositurale (Luino), sarà esposta l’Eucaristia per l’adorazione personale.
  • Alle ore 18.15, al Teatro Sociale, testimonianza con la famiglia Mazzariol. Ingresso a offerta libera per sostenere le spese della serata.